Ecologia

Ecologia

Distruggere il mondo

Se si prendono tutte le persone del mondo e le si mette su una grossa bilancia, il loro peso combinato sarebbe di circa 300 milioni di tonnellate. Se si prendono tutti gli animali da fattoria, mucche, maiali, pecore e polli, il loro peso totale sarebbe di circa 700 milioni di tonnellate. In contrasto, la massa combinata di tutti i grandi animali selvatici, dai porcospini ai pinguini, dagli elefanti alle balene, il peso totale è inferiore ai 100 milioni di tonnellate.

I libri dei bambini, l’iconografia e gli schermi TV sono pieni di giraffe, lupi e scimpanzé, ma il mondo reale ne ha pochissimi. Ci sono circa 80.000 giraffe nel mondo, comparate a 1.5 miliardi di bovini; 200.000 lupi, comparati ai 400 milioni di cani domestici; 50 milioni di pinguini, comparati a 50 miliardi di polli; 250.000 scimpanzé, comparati a miliardi di esseri umani. L’umanità ha davvero preso possesso del mondo.

Le giraffe e i pinguini selvatici, però, non hanno alcuna ragione per essere gelosi di bovini e polli addomesticati. Da un punto di vista evolutivo, le specie addomesticate sono una grande storia di successo. Sono gli animali più diffusi del mondo. Sfortunatamente, questa prospettiva evolutiva non prende in considerazione la sofferenza individuale. I bovini e i polli domestici possono anche essere una storia di successo evolutiva, ma sono anche tra le creature più miserabili che abbiano mai vissuto. Questa discrepanza tra successo evolutivo e sofferenza individuale è una delle più importanti lezioni della storia.